Italia, 2012, medioevo

Evidentemente dal medioevo a oggi di tempo non ne è passato a sto paese. Se accettiamo che un rappresentante istituzionale si senta offeso perché una sua pari grado è stata chiamata “signora” fino ad umiliare l’oratore colpevole di tale affronto (manco avesse dato della stronza, alla signora prefetto, per dire), allora dovremmo accettare che tali affronti si possano lavare col sangue.

Che, fa, lo sfida a duello, signor prefetto?

Faccia di meglio, liberi le nostre istituzioni dalla sua presenza che puzza di secoli che speriamo di esserci lasciati alle spalle.


					
Annunci

Informazioni su Simone Tulumello

Post-doc researcher in Planning and Geography at ULisboa, Institute of Social Sciences. Keen in cities, (Italian) politics, photography, electronic music, and food. Lover of cities, especially Palermo and Lisbon, in a complicated relationship with Memphis TN.
Questa voce è stata pubblicata in riflessioni ed idee e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

2 risposte a Italia, 2012, medioevo

  1. fausto ha detto:

    Ma no, non è un atteggiamento medioevale: è di epoca borbonica!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...