Sparti! Lavoro e buon senso siculo.

Forse è l’espressione che amo di più. Non solo del siciliano, ma di tutte le lingue che, bene o male, capisco e parlo.

“Sparti!”, che si pronuncia quasi “Spaitte”, con la “rt” che tende a doppia “t” e la “i” finale che vira ad “e”.

Definirne il significato è cosa ardua. Qualcuno ci ha tentato, qui e .

“Sparti!” si usa per sottolineare certe assurdità, o certe ovvietà. Un fuori luogo, in genere, che sia di azione o di affermazione. “E sparti parra” sta per “ed ha pure il coraggio di parlare”. Lo “sparti” solitario in risposta ad qualcosa può voler dire “è una tale banalità” oppure “ma con quale coraggio” o anche “e ci mancherebbe altro”.

E in questi tempi strani, “sparti” è espressione utilissima.

Oggi ho visto questo:

youtrend

 

Youtrend annuncia su facebook che ricerca collaboratori. E specifica che “tutte le collaborazioni sono retribuite”.

“Sparti!”.

Strani tempi, questi, nei quali è d’uopo specificare che il lavoro richiesto sarà pagato…

Annunci

Informazioni su Simone Tulumello

Post-doc researcher in Planning and Geography at ULisboa, Institute of Social Sciences. Keen in cities, politics, photography and electronic music. Lover of cities, especially Palermo and Lisbon, in a complicated relationship with Memphis TN.
Questa voce è stata pubblicata in linguaggio, riflessioni ed idee e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a Sparti! Lavoro e buon senso siculo.

  1. Pingback: moVimento bla bla bla | Simone Tulumello

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...