Quale “senso alto”?

Sembra che le alte gerarchie vaticane abbiano definitivamente abbandonato il politico che è stato loro riferimento negli ultimi 20 anni, politico al quale, in cambio dell’esenzione ICI e dei fondi alle scuole paritarie si perdonavano (anzi, “contestualizzavano“) financo le bestemmie.

Il testimone, pare, viene raccolto dall’astro nascente delle destre europee, quel Mario Monti che solo in un paese confuso come questo si può definire di “centro” o, ancor meglio, tecnico: insomma, l’Osservatore Romano, testata ufficiale del Vaticano, parla di Monti come di colui che vuole recuperare il senso alto della politica.

Ora, ci chiediamo in che maniera il “senso alto” della politica abbia a che fare con le capriole e capovolte fatte dal governo “tecnico” per impedire fino all’ultimo che gli edifici della Chiesa destinati a scopi commerciali pagassero l’IMU.

Ci chiediamo in che maniera, il “senso alto” della politica, per le gerarchie ecclesiastiche abbia a che fare con gli alleati del presidente Monti, fra tutti quel Gianfranco Fini estensore di due leggi, la Bossi-Fini e la Fini-Giovanardi che, rispettivamente, criminalizzano la tua fuga dalla fame o dalla guerra e l’uso di droghe, cause principali dello stato devastante delle nostre carceri a causa del quale un papa morto e ben che sepolto andò in Parlamento a chiedere amnistia. Mi chiedo in che maniera il “senso alto” della politica si accompagni con i comandamenti di Dio, lo spirito di Cristo e la criminalizzazione della fame, della fuga dalla guerra, della disperazione che è la tossicodipendenza.

Poi, un giorno un prete blatera che le donne uccise dagli uomini se la cercano, coi loro modi provocanti, un prete dà del “frocio” a chi pensa che una donna abbia diritto a vestire come vuole senza essere ammazzata. Quel prete non viene rimosso, non viene scomunicato, non viene nemmeno sospeso dal suo posto. Nessuno, in Vaticano spende una parola di reprimenda.

Silenzio agghiacciante.

Ecco, forse è in questa piccola storia che comprendiamo qualche sfumatura del “senso alto” cui aspirano le gerarchie ecclesiastiche.

Che, no, con i valori di Cristo non c’entra un cazzo.

Edit: a 3 giorni dal fatto, il presidente della Cei, Card. Bagnasco, ne ha parlato di una “cosa grave e triste”. Non mi risultano essere in corso provvedimenti disciplinari.

Annunci

Informazioni su Simone Tulumello

Post-doc researcher in Planning and Geography at ULisboa, Institute of Social Sciences. Keen in cities, politics, photography and electronic music. Lover of cities, especially Palermo and Lisbon, in a complicated relationship with Memphis TN.
Questa voce è stata pubblicata in politica, riflessioni ed idee e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...