3 uomini forti e un paese in pericolo

Il Messaggero pubblica oggi un sondaggio, ripreso e commentato da Claudio Cerasa, che dice alcune cose.

Per carità, abbiamo capito che i sondaggi sono da prendere con le molle e si sa. Soprattutto quando, come in questo caso, sono formulati in una maniera che è già una decisione. Nello specifico, un sondaggio che considera una alleanza strutturale tra Scelta Civica e PD (che a chi scrive sembra abbastanza improbabile).

Il sondaggio dice che, se si tornasse ora alle urne, il centrosinistra guidato da Bersani in coalizione con Scelta Civica prenderebbe il 29% mentre vincerebbe il M5S con il 40%. Il centrodestra rimarrebbe sul 26% (sostanzialmente immutato rispetto ai sondaggi di prima delle elezioni).

Se, invece, PD e Scelta Civica sostenessero Renzi premier, vincerebbero con il 44% ridimensionando Grillo al 30 e il centrodestra al 19 (Sel, in questa ipotesi correrebbe da sola intorno al 4).

A me pare evidente una questione, almeno. Gli Italiani amano gli uomini forti. Che si chiamino Berlusconi, Grillo, Renzi, ormai hanno successo persone che sono in grado di emergere per il loro carisma più che per le loro idee: basti pensare alle evoluzioni degli ultimi mesi di Berlusconi diventato da profeta della rivoluzione liberale a conduttore dell’austerity a rivoluzionario anti-kasta; oppure alla “impoliticità” di Grillo e delle sue idee che cambiano all’uso (come per l’art. 67 della Costituzione, 3 anni fa baluardo intoccabile ed oggi strumento della kasta); infine alla post-ideologia di Renzi che pasticcia insieme neo-liberismo alla Blair e flex-security alla Svedese.

E Bersani? Cosa succede ad un uomo coerente da 20 anni, tra i pochi ad aver portato avanti con coerenza politiche innovative e di sviluppo (chi si ricorda i 5 euro a ricarica che imponevano, unici nel mondo, i gestori telefonici italiani?), che sta rivoluzionando il suo partito svecchiandolo e proponendo nomi eccellenti per le cariche istituzionali (almeno)? Fuori dalla cerchia dei sostenitori politicamente certi del centrosinistra, non esiste. Nessuno SA cosa Bersani abbia fatto. O non gli interessa. Perché Bersani, dicono, “non ha carisma”.

In fondo, gli assalti alla costituzione di Berlusconi, la direzione autoritaria del partito di Grillo, la campagna di Renzi hanno in comune il solletico a quella parte della popolazione italiana (che, ahimé sembra essere ormai maggioritaria) che non guarda alla storia, alle carriere: ma alla “forza” personale del “leader” (che Grillo ammanta lasciando spazio alle spinte dal “basso” tranne quando ci sono in ballo le questioni decisive…).

In un contesto europeo sempre più polarizzato, questo amore per gli uomini forti può diventare più dirompente ogni giorno che passa. Uomini forti che, mentre l’Europa affonda, concentrano le nostre attenzioni sul finanziamento pubblico ai partiti (come il medico che pretende di curare l’HIV con l’aspirina, per dire).

L’unica risposta non può che essere il dialogo, la decostruzione delle retoriche (prima fra tutte quella della kasta che accomuna i Berlusconi, i Grillo, i Renzi), un racconto nuovo della storia recente dell’Italia che, finalmente, mostri tutto quel che di buono si è fatto.

Che è tanto, che che ne dicano i Berlusconi, i Grillo e Renzi. E che non han fatto né i Berlusconi, né i Grillo, né i Renzi.

Annunci

Informazioni su Simone Tulumello

Post-doc researcher in Planning and Geography at ULisboa, Institute of Social Sciences. Keen in cities, politics, photography and electronic music. Lover of cities, especially Palermo and Lisbon, in a complicated relationship with Memphis TN.
Questa voce è stata pubblicata in politica e contrassegnata con , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...