Quel che resta

Ineccepibile Serra, oggi: nella sinistra, nel PD, c’è tanta, troppa gente che la sinistra odia. Chi ha affossato Prodi, chi sostiene che il problema sono le primarie (ma non si era dimessa?), D’Alema, Fioroni, Franceschini, Letta odiano la sinistra. Forse perché la temono.  Non che non lo sapessimo, ma adesso abbiamo le prove sufficienti a cancellare ogni ragionevole dubbio. In altre parole, il PD, come prospettiva di centro-sinistra, è finito. Questo PD, almeno.

Bersani, bontà sua, persona perbenissimo. Non ha avuto il coraggio di puntare su Rodotà, col senno di poi si capisce perché: quelli che odiano la sinistra lo avrebbero affossato certamente. Inadeguato, comunque, a gestire il partito (ma che qualcun altro potesse essere adeguato a questo compito, è da dimostrare).

Finito, francamente, è pure Renzi, almeno come pretendente alla guida di un centro-sinistra: un campione, nel distruggere, ma il suo opportunismo, il suo protagonismo, il suo avvitarsi su qualsiasi posizione lo distingua lo rendono inadatto ad una fase in cui serve costruire.

Grillo: da “son tutti zombie” a “votateci il nostro presidente e vi daremo il governo”, in due giorni. Grida al golpe, come se fosse ancora un comico e non il capo di un partito: per fortuna poi capisce la pericolosità del gesto e torna indietro (edit: oggi dice “golpettino istituzionale furbo”). Ma, diciamocelo, la sua inadeguatezza è ogni giorno più palese.

Restano quel pezzo di PD che a tutto questo si è opposto, i Civati, i Barca, i Mineo. E soprattutto SEL, che si dimostra l’unico vero partito di questo paese, dotato di un leader ma capace di agire insieme per coerenza ai propri valori, onesto, insieme, con i propri elettori e con i propri alleati. Di sinistra.

Nota a margine. Se siamo a questo punto non è (solo) colpa di un PD indecente. Ricordate durante le primarie, durante la campagna elettorale come la stampa italiana abbia cancellato dalla comunicazione SEL? Le primarie del PD, il candidato del PD, la sfida PD-Berlusconi. Ora che sappiamo come SEL fosse l’unico partito di quella coalizione, pensateci prima di dare tutta la colpa alla politica.

Annunci

Informazioni su Simone Tulumello

Post-doc researcher in Planning and Geography at ULisboa, Institute of Social Sciences. Keen in cities, (Italian) politics, photography, electronic music, and food. Lover of cities, especially Palermo and Lisbon, in a complicated relationship with Memphis TN.
Questa voce è stata pubblicata in politica e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...