Nuove da Palermo

Alcune nuove da Palermo e sulla sua amministrazione.

No, non parlerò di “munnizza” tema che, fino a pochi giorni fa, alla amministrazione non competeva. I professionisti della disinformazione hanno già assegnato tutta la colpa al sindaco, pur di avere un nemico contro cui sbraitare. Contenti loro, se otterranno l’agognato risultato di consegnare Palermo alle destre (sole vere responsabili di quel che succede oggi in città) saran contenti, immagino.

PRUSST, innanzitutto. Link Sicilia, l’unico giornale al mondo che scrive editoriali prima su notizie che non conosce, parlava alcuni giorni fa di una “colata di cemento che neanche Cammarata“. I progetti approvati, una cinquantina, non sembrano implicare alcuna colata di cemento invece. La maggior parte dovrebbe realizzarsi con opere di restauro e ristrutturazione, a guardare i nomi e le localizzazioni. Spero che il sindaco Orlando mantenga fede alle promesse che non un metro di verde sarà costruito e terrò gli occhi aperti. Comunque, è l’ora di realizzare un nuovo piano regolatore, così da poter limitare la disciplina delle varianti urbanistiche.

In discussione c’è un nuovo piano di utilizzazione della Favorita, che vede una sua ampia pedonalizzazione. Splendida notizia. Mi chiedo cosa si intenda fare per risolvere, una volta e per tutte, la questione del campo nomadi: ovvero se si intenda, finalmente, risolvere il tema della abitazione di una popolazione totalmente palermitana, dai palermitani stigmatizzata senza alcuna ragione Si ricorderà, il sindaco Orlando, che il campo nacque nel 1992, a seguito di una sua decisione, quella di sgomberare i Rom da un edificio allo Zen (l’unico sgomberato, a memoria…).

I professionisti della disinformazione oggi ciarlano del fatto che il sindaco vuole vietare pane e panelle e meusa. Come chiarito da un comunicato odierno, si sta tentando di regolamentare la vendita ambulante. Che la regolamentazione non diventi repressione, è da verificare giorno per giorno.

Annunci

Informazioni su Simone Tulumello

Post-doc researcher in Planning and Geography at ULisboa, Institute of Social Sciences. Keen in cities, (Italian) politics, photography, electronic music, and food. Lover of cities, especially Palermo and Lisbon, in a complicated relationship with Memphis TN.
Questa voce è stata pubblicata in Palermo: amministrazione e politica e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

2 risposte a Nuove da Palermo

  1. Toni Pellicane ha detto:

    Regolamentare la vendita ambulante trovo che sia giusto, secondo me pero’ andavano prima individuate aree da destinare ai venditori ambulanti e dopo si sarebbe dovuto procedere con l’ordinanza che vieta la vendita in alcune vie del centro citta’, in questo modo invece si sta’ producendo un effettivo disagio agli ambulanti che per altro non vedono all’orizonte nessuna alternativa.

    • Simone Tulumello ha detto:

      mi trovi tendenzialmente in accordo, Toni. Purtroppo la voglia di “normalizzare” è sempre presente in chi amministra, e questa giunta non sembra immune (soprattutto in alcune sue componenti espressione di una certa borghesia panormita). Tocca a noi continuare a verificare cosa si farà nei prossimi giorni e, se del caso, a denunciare

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...