Pensioni d’Italia

Su lavoce.info, Filippo Teoldi riporta una tabella che divide le pensioni pagate in italia in 48 scaglioni di reddito. Nota Andrea Mollica come il 68% della spesa pensionistica rientri nella classe di reddito più bassa, con un reddito lordo medio di 10.150 euro, il 76% si copre aggiungendo la seconda classe di reddito per una media di 23.800 euro. Dei 270 miliardi di euro di spesa pubblica per le pensioni, 205 milioni servono a pagare pensioni tutte al di sotto dei 2.400 euro mensili. Tito Boeri e Tommaso Nannicini dimostrano come varie simulazioni di contributi progressivi richiesti ai pensionati (chiedendo di più alle pensioni più alte) potrebbero difficilmente superare il miliardo di euro di gettito.

Alcune considerazioni:

  1. Le pensioni in Italia sono mediamente basse, molto basse.
  2. Le pensioni in Italia sono molto polarizzate, ovvero ci sono molte pensioni basse e poche pensioni molto alte, in parte conseguenza del passaggio dal sistema retributivo al contributivo, in parte del fatto che l’Italia è un paese economicamente polarizzato.
  3. Un contributo di solidarietà richiesto alle pensioni alte sarebbe giusto ma non sarebbe in grado di coprire granché.

Risulta che la retorica sulle pensioni d’oro (nella quale ormai sento frequentemente inserire le pensioni da 3.000 euro) non è molto altro che retorica: se sarebbe equo che chi riceve in maniera sproporzionata rispetto ai contributi versati contribuisse, questo non avrebbe alcun significativo effetto sulle casse dello stato.

Insomma, chi parla di “attaccare le pensioni d’oro”, ad esempio, per coprire il reddito di cittadinanza o altre misure simili, ci sta solo prendendo per il naso.

Annunci

Informazioni su Simone Tulumello

Post-doc researcher in Planning and Geography at ULisboa, Institute of Social Sciences. Keen in cities, politics, photography and electronic music. Lover of cities, especially Palermo and Lisbon, in a complicated relationship with Memphis TN.
Questa voce è stata pubblicata in politica e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...