Un paese più sicuro e più spaventato

TItola una informativa SWG: “Un paese sempre più spaventato e incerto”.

Si tratta del trend decennale sulla percezione di sicurezza in relazione alla “crescita della microcriminalità nel territorio di residenza”. Una decrescita sostanzialmente continua, e significativa della percezione di sicurezza che, quindi, racconta della percezione di una crescita continua della microcriminalità.

Intanto, tutti i dati dimostrano come, negli ultimi dieci anni, nonostante alcune sporadiche eccezioni, la microcriminalità sia diminuita costantemente in tutta Italia. Tra le eccezioni: le rapine cresciute al nord fino al 2007 e ma in costante diminuzione da allora; Palermo che ha visto una crescita nel 2012 e, sembra, nel 2013 della microcriminalità, ma rimane su livelli in linea o più bassi delle altre grandi cittá. Per chi si volesse divertire, qui i dati Istat (attenzione, non tutti rapportati sulla popolazione) e qui l’ultimo rapporto disponibile, del 2010, sui dati 2009, del ministero dell’Interno.

In sintesi, l’Italia è un paese sempre più sicuro che si sente sempre più spaventato.

E la colpa, senza timore di smentita, è della politica, quella che ci ha speculato e quella che ha avuto timore di ribattere, e dei media, quelli che ci hanno speculato e quelli che hanno avuto timore di ribattere

.

 

Annunci

Informazioni su Simone Tulumello

Post-doc researcher in Planning and Geography at ULisboa, Institute of Social Sciences. Keen in cities, (Italian) politics, photography, electronic music, and food. Lover of cities, especially Palermo and Lisbon, in a complicated relationship with Memphis TN.
Questa voce è stata pubblicata in politica, riflessioni ed idee e contrassegnata con , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...