Occupare come politica

Lo Sportello per il Diritto alla Casa di Genova sta diffondendo un cartone animato per spiegare, dati alla mano, come funzioni il mercato immobiliare, dal punto di vista di chi una casa non se la può permettere.

Il tema è facilmente estendibile a tutta Italia e, in certi contesti, sopratutto Roma, Milano, Palermo assume proporzioni ancor maggiori.

Questa “terza crisi” della casa, dopo quelle causate dalla II guerra mondiale e dal boom economico che produsse aumento di popolazione e emigrazione dalle campagne alle città – è la più evidentemente strutturale: le case, oggi, in Italia ci sono. Centinaia di migliaia di case sfitte e abbandonate, a fronte di centinaia di migliaia di persone senza casa.

Eppure continuiamo a costruire e a consumare suolo agricolo, degradando la qualità dell’ambiente, del paesaggio e la possibilità di essere autosufficienti dal punto di vista alimentare. E continuiamo a costruire perché non esiste un sistema forte di regolazione della rendita immobiliare: in Italia, costruire una casa vuoldire creare ricchezza, anche senza venderla, perché i grandi proprietari la usano come asset per speculare in borsa.

D’altro canto, nessuna politica pubblica per le abitazioni viene portata avanti e l’Italia ha uno dei parchi di abitazioni pubbliche più poveri d’Europa. Questo contribuisce a fare aumentare i prezzi e rinforza il circolo vizioso che vede più costruzioni ma meno case sul mercato.

La riduzione o abolizione delle tasse patrimoniali sulla proprietà immobiliare, prima fra tutte l’IMU, è un ulteriore tassello e favorisce un sistema che fa della casa una commodity piuttosto che un diritto.

Le occupazioni, in Italia, sono diventate una vera e propria politica. Probabilmente l’unica politica della casa.

Annunci

Informazioni su Simone Tulumello

Post-doc researcher in Planning and Geography at ULisboa, Institute of Social Sciences. Keen in cities, politics, photography and electronic music. Lover of cities, especially Palermo and Lisbon, in a complicated relationship with Memphis TN.
Questa voce è stata pubblicata in città e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...