Intanto, in Sicilia

Le carte girarono e primo ballerino fu Saro, ma con il teatro semivuoto e senza il sostegno della maggior parte del corpo di ballo. Chi pensava che Saro avrebbe ricevuto il sostegno di Raffaele fu, in parte, smentito, quando Saro chiamò a sé dal pubblico scienziati, cantautori, fuoricorso […].

Saro, intanto ballava come un matto, lanciandosi con i suoi nuovi compagni in esibizioni sempre più straordinarie, che comportavano torsioni nucleari, camerini da riorganizzare e acrobazie al limite dell’umano. In cerca del sostegno necessario da parte del corpo di ballo, Saro diceva di non ballare con nessuno e intanto provava con tutti. Finché i ruoli più ambiti furono di UDC, PDL e M5S (il più giovane e ambizioso che, ballando da solo, era riuscito a farsi accompagnare da MPA/PdS). PD si trovò con un ruolo secondario e accusò Saro di arpeggiare con MPA/PdS e M5S, mentre Saro gli rimproverava le recenti frequentazioni con PDL, mediate da UDC.

Citarsi è certamente poco elegante, ma a volte utile a seguire il corso, se non altro mentale, degli eventi. Era il dicembre del 2012 quando mi azzardavo, su Rosalio, a raccontare di una Sicilia ballerina con un primo ballerino e un corpo di ballo “inturciuniato”.

È passato un anno e un paio di mesi e il balletto, peraltro azzoppato di alcuni dei suoi più spettacolari protagonisti, continua sempre più stracco. Il primo ballerino, imperterrito, proclama ogni giorno nuovi numeri e contorsioni ma il corpo di ballo non lo segue più.

Per uscire di metafora: la formazione è stata (si?) ripulita, ma senza offrire alternative; le provincie sono state (si?) abolite, ma sostituite da loro stesse che non esistono alternative; la finanziaria è stata (si?) approvata ma fatta a pezzi dal commissario dello stato; i fondi europei languono nei cassetti.

In aula, le maggioranza oblique non si trovano più.

Intanto, la crisi sta letteralmente facendo a pezzi la Sicilia (molto più dell’Italia tutta).

Si riconosca che la rivoluzione ha fallito, che il suo fallimento viene quotidianamente pagato dai Siciliani.

Si metta fine a questo disastro.

Annunci

Informazioni su Simone Tulumello

Researcher in Planning and Geography at ULisboa, Institute of Social Sciences. Keen in cities, politics, photography and electronic music. Lover of cities, especially Palermo and Lisbon, in a complicated relationship with Memphis TN.
Questa voce è stata pubblicata in Sicilia e contrassegnata con , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...