Due scelte, una linea politica

Due fatti, che potrebbero sembrare marginali, ma danno la misura del tipo di governo che si è messo su.

Scompare il ministero della Coesione Territoriale, scompare il focus sui fondi Europei e sulla necessità di ridurre il divario tra nord e sud. Il lavoro, eccezionale, di due anni di Barca e Trigilia potrebbe essere azzerato, sarebbe un disastro.

Alla Istruzione, Università e Ricerca va una senatrice di Scelta Civica, che ha, tra le sue proposte parlamentari, una riforma della governance scolastica che permette ai privati far parte dei “consigli delle autonomie” delle scuole. Evidentemente, al PD di Renzi, la scuola, la ricerca, l’università pubblica non sembrano temi centrali.

Potrebbe esser peggio?

Difficilmente.

Annunci

Informazioni su Simone Tulumello

Post-doc researcher in Planning and Geography at ULisboa, Institute of Social Sciences. Keen in cities, politics, photography and electronic music. Lover of cities, especially Palermo and Lisbon, in a complicated relationship with Memphis TN.
Questa voce è stata pubblicata in politica e contrassegnata con , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a Due scelte, una linea politica

  1. Pingback: Il governo Renzi | Simone Tulumello

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...