Parla Lorenzin (non Poletti) sulle morti bianche

Sento alla TV che, nella giornata dedicata alle vittime del lavoro, oggi, il ministro della Salute, Lorenzin (attenzione, non il ministro del lavoro, Poletti), dichiara che la prevenzione degli incidenti sul lavoro è e sarà una priorità.

Tutto molto bene, si dirà.

Eppure, quest’anno, per la prima volta dopo 10 anni, in Italia son tornate ad aumentare le morti bianche, di circa il 15% rispetto allo stesso periodo del 2014 (15% che, in un anno, è tantissimo).

D’altronde, il ministro della Salute può anche impegnarsi allo sfinimento, su questo tema, ma il punto cruciale è che la sicurezza sul lavoro è legata, prima di tutto, alla sicurezza del lavoro. Un lavoratore sicuro del proprio lavoro, può denunciare le situazioni problematiche e pericolose. Un lavoratore sempre più precario e rimpiazzabile sa, invece, che qualsiasi “fastidio” arrecato ai datori di lavoro è un passo verso la mancata riconferma del contratto o il licenziamento.

Ora, sono almeno 15 anni che la sicurezza del lavoro è sotto attacco sistematico, in Italia e fuori, in parte per ragioni ideologiche (legge 30, ad esempio), in parte per ragioni ideologiche giustificate dalla crisi (il mantra per il quale serve precarizzare per ricreare lavoro).

La prima politica per la sicurezza del lavoro, quindi, non è la politica di salute. Ma la politica del lavoro. E, ovviamente, il ritorno delle morti sul lavoro non può essere la conseguenza immediata delle politiche di un governo in carica da pochi anni. Eppure, alcune considerazioni su questo governo si possono fare.

Non stupisce, insomma, che il ministro che più si è impegnato per la precarizzazione del lavoro, il ministro del jobs act, il ministro del telecontrollo, il ministro della fine dell’articolo 18 (ovvero del licenziamento facile), il ministro del lavoro del governo più sistematicamente impegnato contro il sindacato, questo ministro qui non dica nulla, oggi, sulla sicurezza sul lavoro.

Perché sa che la sua politica contro la sicurezza del lavoro è la prima politica contro la sicurezza sul lavoro.

Annunci

Informazioni su Simone Tulumello

Post-doc researcher in Planning and Geography at ULisboa, Institute of Social Sciences. Keen in cities, politics, photography and electronic music. Lover of cities, especially Palermo and Lisbon, in a complicated relationship with Memphis TN.
Questa voce è stata pubblicata in politica e contrassegnata con , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...